La tecarterapia (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) è una tecnica che stimola energia dall’interno dei tessuti biologici, esercitando un’azione antidolorifica e curativa, attivando i processi che   accelerano la naturale reazione riparativa e antinfiammatoria che l’organismo stesso metterebbe in atto con tempi molto più lunghi.

Ciò che contraddistingue la tecarterapia rispetto alle altre terapie che sfruttano il calore è il meccanismo di funzionamento: il calore non proviene da una sorgente esterna al corpo, ma è proprio il passaggio della radiofrequenza tra due elettrodi che determina una resistenza e quindi genera un calore “interno”.

La Tecar determina un aumento dell’attività metabolica e quindi una velocizzazione della riparazione cellulare, un aumento della circolazione ematica e del drenaggio linfatico e quindi una migliore ossigenazione dei tessuti per il riassorbimento degli edemi.
Con la Tecar è possibile interessare anche strati profondi, non trattabili altrimenti con trasferimenti esterni di energia senza creare danni alla cute.
L’azione può essere prevalentemente mirata alle fasce muscolari, al sistema circolatorio e linfatico, su tendini, articolazioni, legamenti, cartilagini e tessuto osseo.
E’ in grado di trattare con efficacia e in tempi brevi le patologie riguardanti ginocchio, spalla, anca, caviglia, colonna vertebrale, mani e muscoli, come pure le patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari quali artrosi, lombalgie e sciatalgie e non ultimo è in grado di indurre la riattivazione dei sistemi linfatico e circolatorio.

Non ha effetti collaterali e può essere associata senza problemi ad altre terapie, come la terapia manuale.