Schiena

Sfatiamo un mito: i nervi non si accavallano!

Sfatiamo un mito: i nervi non si accavallano.

dolore-nervo-accavallato-730x365

“Dottore ho un nervo accavallato” è un’espressione così diffusa che, per zittire la credenza popolare, non basta affermare l’assenza di una letteratura medica a riguardo.

Innanzitutto i  nervi periferici sono delle strutture generalmente poco mobili essendo contenute dalle strutture circostanti (muscoli, fasce, canali ossei) e non esiste nel nostro corpo una sede nella quale 2 nervi periferici siano a così stretto contatto da potersi accavallare.

Inoltre il dolore di origine nervosa è più frequentemente un dolore acuto, irradiato, associato a formicolii. Raramente ha carattere crampiforme (quello che viene più comunemente riferito da chi soffre di “accavallamento di nervi”). Volendo convincere anche i più scettici la ricerca su PubMed (il motore di ricerca in ambito medico più utilizzato al mondo) di articoli scientifici che parlino di “overlapped nerve” non produce alcun risultato.

Quello che accade davvero è, nella maggior parte dei casi, un’infiammazione derivata dall’eccessiva contrazione muscolare. Chi ha sofferto e soffre per i cosiddetti nervi accavallati, avrà notato che la parte dolorante è rigida al tatto proprio perché contratta. A provocarlo può essere lo stress, la sedentarietà, un improvviso cambiamento climatico o, più di frequente, una postura scorretta tenuta per troppo tempo.

Per questo, se il dolore persiste ed è frequente, non basta più usare un antidolorifico: è necessario rivolgersi al fisioterapista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *